venerdì 29 novembre 2013

UOVA STRAPAZZATE


 Oggi ho superato me stessa ahahahahahah!!!!!!
Ieri non avevo una gran voglia di spadellare e ho optato per una cena veloce e semplice.Praticamente ho cenato con un pò di uovo strapazzato,una mozzarella,un pomodoro e due alici.
INGREDIENTI per 2 persone:
4 uova
1 cucchiaio di latte
10 g di burro
1 cucchiaio di grana grattugiato
sale 
pepe
Sgusciate le uova in una terrina.
Insaporite con poco sale e pepe.
Sbattete con una forchetta.
 Unite il latte e continuate a sbattere fino a che le uova diventeranno spumose.
Unite infine anche il grana.
 Fate sciogliere il burro in una padella antiaderente,versatevi le uova e,sempre mescolando fatele rapprendere mantenendole morbide.
Servite subito con pane tostato.

giovedì 28 novembre 2013

GNOCCHI DI PATATE CON TALEGGIO,RADICCHIO E NOCI


 INGREDIENTI per 4 persone:
PER GLI GNOCCHI:
1 kg di patate lessate
300 g di farina
1 uovo (clicca qui per il procedimento)
PER IL CONDIMENTO:
200 g di taleggio
180 g di radicchio
20 g di burro
100 ml di latte
1 scalogno
1 manciata di gherigli di noci
olio evo
sale
pepe
Lavate le foglie di radicchio e affettatele.
Rosolate lo scalogno tritato con 2 cucchiai di olio,aggiungete il radicchio,fatelo ammorbidire e salate.
 In una pentola sciogliete il burro,unite il taleggio a tocchetti senza crosta e i latte.Cuocete mescolando fino ad ottenere una crema.
Tuffate gli gnocchi in abbondante acqua bollente salata e quando tornano a galla conditela con la crema al taleggio.

Spezzettate nel mortaio i gherigli di noci non troppo fini.
Distribuite gli gnocchi nei piatti e servite guarnendo con il radicchio,le noci e una macinata di pepe.
Ricetta tratta dalla rivista "Sale & Pepe"di novembre 2013 con alcune variazioni sulla quantità degli ingredienti.

mercoledì 27 novembre 2013

TIRAMISù SENZA UOVA


 Direttamente dal blog Cucina Green ecco a voi un tiramisù senza uova!!
L'unica cosa che ho cambiato in questa ricetta è che non ho utilizzato la panna , il liquore e al posto dei savoiardi ho utilizzato i pavesini.
Che dire,naturalmente non è uguale al classico tiramisù che tutti noi conosciamo con uova, ma è comunque un buon tiramisù.
è semplicemente un pò diverso.Innanzi tutto rimane più compatto e con un sapore che sa più di latte.Devo dire che l'ho trovato ancora più buono il giorno dopo.Ad ogni modo a casa mia è andato a ruba e sicuramente lo rifarò.
INGREDIENTI:

 - MISURA STAMPO: 30 x 20 cm -  33 pavesini  - 1 tazza abbondante di caffè forte - 2 cucchiai di cacao amaro
 PER LA CREMA - Latte 160 ml - mezza stecca di vaniglia - zucchero semolato  60 g - farina  20 g - 25 g di zucchero a velo - 250 g di mascarpone 
Scaldare il latte senza portarlo a bollore con mezza stecca di vaniglia sezionata alla quale avrete estratto i semini che naturalmente userete insieme al latte.
In un'altro pentolino mettete la farina con lo zucchero semolato.
Aggiungiamo a filo il latte caldo.
Mescolate continuamente,potete usare anche una frusta.
Rimettete ad addensare sul fuoco.
Portare lentamente a bollore mescolando.Appena comincia ad addensarsi togliere dal fuoco.
Lavorate a crema il mascarpone con lo zucchero a velo.
Unite al mascarpone anche la crema appena sarà fredda.
Bagnate i pavesini nel caffè amaro.
Posizionati i pavesini imbevuti nella teglia.
Coprite con un velo di composto al mascarpone e continuate con un'altro strato di pavesini bagnati nel caffè.

Coprite nuovamente con l'ultimo strato di composto al mascarpone,io mi sono aiutata con una sac a poche.

Mettete in frigo per almeno un paio di ore e poco prima di servire coprite con una spolverata di cacao.

martedì 26 novembre 2013

BRODO DI VERDURE



Ecco come si è presentata la mattina di oggi:
Tanta neve!!!!!!!
Cosa c'è di meglio di un bel brodo!!!

INGREDIENTI:
5 pomodorini ciliegini
2 carote
2 cipolle
2 coste di sedano
prezzemolo 
sale 
2 foglie di alloro
2 grani di pepe
1 spicchio d'aglio
Lavate le verdure,pelate le carote,eliminate le estremità e dividetele a metà.
Tagliate a metà i pomodorini e le cipolle.
Mettete all'interno di una pentola 1,5 l di acqua fredda e inserite i pomodorini,le carote,le cipolle,il sedano,il pepe,l'aglio sbucciato e l'alloro.
Portate ad ebollizione (dopo di che io elimino il pepe),salate e unite un rametto di prezzemolo.
Coprite con un coperchio e lasciate cuocere per circa un'ora e mezza.
Aggiustate infine di sale se lo ritenete un pò insipido.
Filtrate il brodo attraverso un colino.Il brodo una volta filtrato si riduce,a me ne è rimasto 800 ml.
Usate questo brodo per la preparazione che desiderate:
risotti,arrosti ecc ecc.

lunedì 25 novembre 2013

GNOCCHI DI PATATE AMERICANE CON PESTO


Finalmente sono riuscita ad impiegare la patate americane in una ricetta che non ha nulla da invidiare alle patate classiche.In questa preparazione non occorre l'uovo,le patate legano benissimo alla farina,solo che di quest'ultima ne occorre un pò di più  essendo le patate piuttosto predisposte ad assorbire liquidi.Inoltre rispetto alla patata classica si cuociono molto velocemente. La consistenza dello gnocco è morbida e leggermente dolce,ma di quel dolce che non stucca,specie con il condimento.
Ingredienti per 4 persone:
1 kg di patate americane
400 g di farina
farina di semola q.b
sale
pesto genovese (clicca qui per la ricetta)
Pelate le patate con un pela patate.
Lavatele e tagliatele a tocchetti.

Cuocetele a vapore(in meno di 30 minuti saranno pronte).
Schiacciatele ancora calde con lo schiacciapatate sulla spianatoia.
Unite quasi subito la farina (le patate non devono essere fredde se volete amalgamare bene gli ingredienti) e un pò di sale.
Formate con le mani dei salsicciotti e tagliate i gnocchetti con l'aiuto di un coltello o di una raschietta.
L'impasto rimane comunque abbastanza morbido ma dovrete cercare di lavorarlo velocemente aiutandovi con un pò di farina.

Infarinate gli gnocchi con la semola se non volete che si attacchino tra di loro.
Mettete  bollire una pentola di acqua calda.
Versate il pesto in padella,meglio se in un salta pasta.
Tirate su gli gnocchi con un mestolo forato e passateli in padella con il pesto.
Amalgamate il tutto e servite subito.

sabato 23 novembre 2013

TORTA ALLE PERE E MANDORLE CON STREUSEL


 Che delizia questo dolce così delicato ma allo stesso tempo goloso,il croccante delle briciole in superficie si sposa benissimo con il morbido delle pere.Merito della ricetta è del blog Starbooks dalla quale ho preso la ricetta.
110 g di farina autolievitante
1 cucchiaio raso di lievito in polvere per dolci
50 g di burro morbido
50 g di zucchero di canna fine
50 g di mandorle macinate (o farina di mandorle)
1 uovo grande
poche gocce di essenza pura di mandorle  (io 3 gocce)

un pizzico di sale
3 cucchiai di latte


2 pere mature sbucciate, senza torsolo, tagliate in quarti, e ogni quarto tagliato in tre fette
Per la copertura
50 g di burro fuso
75 g di farina autolievitante
50g di zucchero demerara 
40 g di mandorle a lamelle
zucchero a velo, per spolverare

Per cominciare ho imburrato uno stampo a cerniera di 23 cm di diametro.Ho rivestito la base con carta da forno,e ho infarinato le pareti.
In una terrina ho messo la farina ed il lievito setacciati,poi ho unito il burro morbido,lo zucchero di canna,le mandorle macinate,l'uovo e 3 gocce di aroma mandorla.
Ho amalgamato bene fino a rendere omogeneo il composto.
Ho messo l'impasto ottenuto nella teglia livellandolo per bene con l'aiuto di un leccapentole (potete aiutarvi anche con il dorso di un cucchiaio).

Ho inserito sulla superficie le pere fino alla completa copertura della base.
Per la copertura ho preso un'altra terrina e ci ho messo:
La farina ,lo zucchero ed il burro fuso,ho mescolato il tutto con una forchetta formando delle briciole non troppo piccole.

Infine ho unito le mandorle a lamelle sempre mescolando.
Questa preparazione chiamata "streusel"va messo sopra le pere.
Nella ricetta di Starbooks la temperatura del forno è 200° (io 180°) e il tempo è 45 minuti, io invece 30/35 minuti anche perchè ogni forno cuoce in modo diverso,inoltre c'è da considerare che la mia teglia ha un diametro maggiore anzichè 20 cm,è di 23 per cui si riducono anche i tempi di cottura.Dopo una ventina di minuti ho coperto il dolce con un foglio di alluminio perchè tendeva a scurirsi .
Sfornare e servire freddo!!